giovedì 16 ottobre 2014

Aleksandr Porfir'evič Borodin

Borodin visse durante la fase iniziale del movimento di massa nell' "epoca delle riforme". La tendenza del tempo a coltivare le scienze esatte ed affermare l’autonomia nazionale della scienza russa, completò la formazione della personalità di Aleksandr quale rappresentante progressista degli anni 60'[33]. Con tutto ciò, l’impegno per l’attività scientifica e quella creativa e le peculiarità del suo carattere, lo resero un uomo lontano dalla politica attiva anche se interessato alla vita pubblica e sociale, sempre disposto a compiere ciò che egli considerava proprio dovere patrio[34]. Con altrettanto impegno patriottico svolse l’attività di musicista e compositorepedagogomedico e scienziato-chimico, per lo sviluppo di una scienza nazionale[35]. Si distinse, inoltre, nel suo rapporto con la lingua russa: egli è l’unico autore del testo dell’opera Il Principe Igor, considerato uno dei migliori libretti operistici russi e scrisse numerosi testi poetici delle sue romanze[36]. Infine, la ricchezza del suo stile epistolare, confermata dalla grande quantità di brutte copie delle sue lettere scoperte da S.A.Dianin, è la conferma di un lavoro paziente e responsabile e l’espressione di un’etica ed una cultura interiore peculiari a quest’uomo sensibile e generoso con gli altri.

Nessun commento:

Posta un commento