venerdì 24 febbraio 2012

Filippo Terni Biografia Ufficiale

Filippo Terni - photo by G. Pola
FILIPPO TERNI è nato a Ferrara, città dove ha iniziato la sua formazione artistica presso il conservatorio "G. Frescobaldi" prima con Rina Cellini ed in seguito Adriano Cirillo con cui si è diplomato con 10 e lode e menzione d'onore. Nel 1998 e 2003 è risultato vincitore del primo premio al Concorso Internazionale di Varenna "Lario in Musica" e nel 2006 gli viene assegnata la borsa di studio "S. Pertini" a Ferrara. E’ stato inoltre invitato a tenere concerti come solista in prestigiosi Auditorium e Teatri nazionali con successo di pubblico e di critica. Tra i numerosi concerti effettuati nel 2009, vale la pena ricordare il concerto di inaugurazione del 48° Concorso Internazionale " Cesare Augusto Seghizzi" di Gorizia ed il concerto presso il Teatro Alighieri di Ravenna nell'ambito della manifestazione "Ravenna Festival". Nella stagione 2010 gli viene rinnovato l'invito per "Ravenna Festival" con il concerto notturno "Dans l'air du soir", ed effettua il concerto per la celebrazione del 90° Anniversario di Fondazione dell'Associazione "Cesare Augusto Seghizzi" di Gorizia. Gli viene assegnato il ruolo di pianista nell'orchestra dell'opera di Nino Rota "Il Principe Porcaro" diretto da Luisa Russo eseguito al Teatro Comunale di Ferrara. Sempre nello stesso anno incide un disco di musica classica per pianoforte solo con musiche di Mozart, Schubert e Debussy edito da Montefeltro Edizioni Musicali. Nel 2011 si ricorda il "Concerto di Carnevale" tenutosi al Teatro Comunale di Ferrara, in cui è primo pianista nel Carnevale degli animali di C. Saint Saens, concerto per due pianoforti ed orchestra, direttore Luisa Russo, orchestra del Conservatorio di Ferrara.

FILIPPO TERNI is an Italian composer and pianist. He was born in Ferrara where he grew up both in a cultural as well as professional and artistic sense. He studied at the "G. Frescobaldi" Conservatory of Ferrara with Rina Cellini, before, and Adriano Cirillo, after. He graduated with top marks and honorable mention. His artistic activity has always been quite intense. He won two iternational piano contests in 1998 and 2003, and the "S. Pertini" research grant, in 2006. During his career he has performed several concerts in Italy and abroad, piano duo concerts, and concerts with orchestras all of which have been successful both among the public and the critics. In 2009 and 2010, he played the opening concert for the International Competition "C.A. Seghizzi" (Gorizia) and he played for the "Ravenna Festival" foundation (Ravenna). In 2010, he recorded a piano solo album "Mozart, Schubert, Debussy" for the Montefeltro Music Publishing. In 2011, he played the C. Saint Saens "Carnival of the animals" at the Theatre of Ferrara.

Biografia ufficiale filippoterni.com

Wolfgang Amadeus Mozart

Filippo Terni - photo by G. Pola

Wolfgang Amadeus Mozart, nome di battesimo Joannes Chrysostomus Wolfgangus Theophilus Mozart (Salisburgo, 27 gennaio 1756 – Vienna, 5 dicembre 1791), è stato un compositore, pianista, organista e violinista austriaco, a cui è universalmente riconosciuta la creazione di opere musicali di straordinario valore artistico. Mozart è annoverato tra i più grandi geni della storia della musica, dotato di raro e precoce talento.

Morì all'età di trentacinque anni, lasciando pagine indimenticabili di musica classica di ogni genere, tanto da essere definito dal Grove Dictionary come "il compositore più universale nella storia della musica occidentale": la sua produzione comprende musica sinfonica, sacra, da camera e opere di vario genere.

La musica di Mozart è considerata la "musica classica" per eccellenza, egli è infatti il principale esponente del "Classicismo" settecentesco, i cui canoni principali erano l'armonia, l'eleganza, la calma imperturbabile e l'olimpica serenità.

Mozart raggiunge nella sua musica divina vertici di perfezione adamantina, celestiale e ineguagliabile, tanto che il filosofo Nietzsche lo considererà il simbolo dello "Spirito Apollineo della Musica", in contrapposizione a Wagner, che Nietzsche definirà l'emblema dello "Spirito Dionisiaco della Musica".

Fonte: Wikipedia

giovedì 23 febbraio 2012

Aforisma

Filippo Terni Live at the Municipal Theatre of Ferrara

Il musicista colto potrà studiare una Madonna di Raffaello con la stessa utilità con cui il pittore studierà una sinfonia di Mozart …L’estetica di un’arte è quella delle altre, soltanto il materiale è diverso”

Robert Schumann

domenica 19 febbraio 2012

Il Risorgimento Italiano e l'Europa

sabato 4 febbraio 2012

Filippo Terni at Municipal Theatre of Ferrara

Filippo Terni at Municipal Theatre of Ferrara - Ph. G. Pola
www.filippoterni.com

ALBUM Mozart, Schubert, Debussy on iTunes




Buy album FILIPPO TERNI - MOZART, SCHUBERT, DEBUSSY on iTunes Store

LIVE 28 - 01 - 2012

Filippo Terni


LIVE 28 - 01 - 2012 at Municipal Theatre of Ferrara

PROGRAM:

R. Schumann - Kreisleriana Op. 16

S. Prokofiev - Sonata n. 3 Op. 28

G. Gershwin - 3 Preludes

giovedì 2 febbraio 2012

Filippo Terni New entry al piano - Concerto

Filippo Terni - Ph. G. Pola
IL RESTO DEL CARLINO
Ferrara, 28 gennaio 2012

New entry per i recital pianistici del Ridotto. Alle 17 suona Filippo Terni che si è diplomato lo scorso anno con Adriano Cirillo al Conservatorio ‘Frescobaldi’ di Ferrara riportando il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore. Un curriculum già di tutto rispetto con successi a concorsi importanti e un’attività solistica e da camera condotta a livello nazionale.  
Il programma è un test di maturità tecnica e interpretativa di grande impegno: più di metà è occupata dalla Kreisleriana op. 16, la raccolta pianistica di Schumann più letteraria. Seguirà la Sonata per pianoforte n. 3, pubblicata da Prokofiev nel 1917: non è altro che la rielaborazione di un lavoro composto dieci anni prima. Una composizione brevissima, un solo movimento suddiviso in sezioni di andamento diverso, dominata da un frenetico motorismo che sembra concedersi solo brevi momenti di tranquilla e lunare contemplatività
Il pomeriggio terminerà in chiave Jazz con i Tre Preludi di Gershwin.

(fonte: Il Resto Del Carlino http://www.ilrestodelcarlino.it/ferrara/spettacoli/2012/01/28/660256-dove_andiamo_oggi.shtml)

Filippo Terni debutta con un recital da virtuoso

Filippo Terni - Ph. G. Pola


LA NUOVA FERRARA. New entry per i recital pianistici del Ridotto. Oggi alle 17 suona Filippo Terni, che si è diplomato lo scorso anno con Adriano Cirillo al conservatorio "Frescobaldi" di Ferrara, riportando il massimo dei voti, la lode e la menzione d'onore. Un curriculum già di tutto rispetto per Terni, con successi a concorsi importanti e un'attività solistica e da camera condotta a livello nazionale.
Il programma è un test di maturità tecnica e interpretativa di grande impegno: più di metà è occupata dalla Kreisleriana op. 16, la raccolta pianistica di Schumann più letteraria. Lo stesso autore era consapevole di aver scritto qualcosa di rivoluzionario, sintetizzando elementi apparentemente contrastanti, meravigliosamente fusi nell’immediatezza dell’ispirazione. Seguirà la Sonata per pianoforte n. 3, pubblicata da Prokofiev nel 1917, rielaborazione di un lavoro composto dieci anni prima, ed è per questo motivo che porta come sottotitolo “da un vecchio quaderno di appunti”: una composizione brevissima, un solo movimento suddiviso in sezioni di andamento diverso, dominata da un frenetico motorismo che sembra concedersi solo brevi momenti di tranquilla e lunare contemplatività. Il pomeriggio terminerà in chiave jazz con i Tre Preludi di Gershwin: il primo di questi, Allegro ben ritmato e deciso, fu definito da Gershwin "spagnolo", per certi suoi tratti melodici e per il suo ritmo di habanera. Il secondo, Andante con moto e poco rubato - una delle non molte pagine pianistiche in tempo lento scritte Gershwin - è invece una sorta di ninna-nanna blues, che rivela, tra l’altro, una scrittura armonica fortemente influenzata dall’impressionismo. Il terzo, Allegro ben ritmato e deciso, è brevissimo, come molte delle pagine più felici di Gershwin, e sostenuto anch’esso da un’armonia di notevole originalità.
Posto unico 8 euro in vendita dalle 15.30 a inizio concerto.

(fonte: La Nuova Ferrara http://lanuovaferrara.gelocal.it/cronaca/2012/01/28/news/filippo-terni-debutta-con-un-recital-da-virtuoso-1.3118512)

New entry al Ridotto - estense.com

Filippo Terni si è diplomato lo scorso anno con Adriano Cirillo al Conservatorio "Frescobaldi"

Filippo Terni - Ph. Giulio Pola

New entry per i recital pianistici del Ridotto. Filippo Terni, che si è diplomato lo scorso anno con Adriano Cirillo al Conservatorio “Frescobaldi” di Ferrara riportando il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, suonerà oggi – sabato 28 gennaio -, alle 17.
Un curriculum già di tutto rispetto con successi a concorsi importanti e un’attività solistica e da camera condotta a livello nazionale. Il programma è un test di maturità tecnica e interpretativa di grande impegno: più di metà è occupata dalla Kreisleriana op. 16, la raccolta pianistica di Schumann più letteraria.
Lo stesso autore era consapevole di aver scritto qualcosa di rivoluzionario, sintetizzando elementi apparentemente contrastanti, carattere contrappuntistico, chiarezza comunicativa simile a quella del linguaggio verbale, espressività, meravigliosamente fusi nell’immediatezza dell’ispirazione. Seguirà la Sonata per pianoforte n. 3, pubblicata da Prokofiev nel 1917. Essa non è altro che la rielaborazione di un lavoro composto dieci anni prima, ed è per questo motivo che porta come sottotitolo “da un vecchio quaderno di appunti”: una composizione brevissima, un solo movimento suddiviso in sezioni di andamento diverso, dominata da un frenetico motorismo che sembra concedersi solo brevi momenti di tranquilla e lunare contemplatività.
Il pomeriggio terminerà in chiave Jazz con i ‘Tre Preludi di Gershwin’: il primo di questi, Allegro ben ritmato e deciso, fu definito da Gershwin “spagnolo”, per certi suoi tratti melodici e per il suo ritmo di habanera. Il secondo, Andante con moto e poco rubato – una delle non molte pagine pianistiche in tempo lento scritte Gershwin – è invece una sorta di ninna-nanna blues, che rivela, tra l’altro, una scrittura armonica fortemente influenzata dall’impressionismo. Il terzo Preludio, Allegro ben ritmato e deciso, è brevissimo, come molte delle pagine più felici di Gershwin, e sostenuto anch’esso da un’armonia di notevole originalità. (fonte: estense.com)